tag foto 1 tag foto 1 tag foto 1 tag foto 1 tag foto 1 tag foto 1 tag foto 1 tag foto 1 tag foto 1 tag foto 1 tag foto 1 tag foto 1 tag foto 1 tag foto 1

Diradamento e selezione dei grappoli...

Finalmente siamo arrivati alla vendemmia 2016...
Si inizia a raccoglire...ma vediamo gli ultimi lavori effettuati in vigna prima della vendemmia.

Qualche giorno fa abbiamo visto la sfogliatura, ma contemporaneamente si sono effettuati anche il diradamento e la selezione dei grappoli....

 


Spesso si sente parlare di qualità dell’uva e si parla di diradamento.
Ma è proprio così, che cos’è il diradamento?

Per diradamento dell’uva si definisce l’eliminazione di alcuni grappoli che non saranno utilizzati per la vinificazione.

 
L’obiettivo comune a tutti i tipi d’intervento che vengono effettuati sulla pianta è il miglioramento della qualità, ma tale traguardo non può tuttavia essere raggiunto con la semplice eliminazione di un certo numero di frutti.

Il diradamento delle uve deve essere quindi il perfezionamento delle pratiche svolte in vigneto.

Il punto di svolta avviene prima della vendemmia col diradamento, subito dopo l’invaiatura.
Quando l’uva cambia colore si passa a controllarla, si decide quanta lasciarne sulla pianta in base alla destinazione produttiva di ciascun vigneto, si scelgono i grappoli più belli è in questo momento che gran parte dell’uva viene eliminata.
 
Bisogna infatti considerare il diradamento dei grappoli come un completamento dell'opera di potatura invernale.

video

In vista della vendemmia c’è una seconda fase di selezione, vengono lasciati solo i grappoli più belli e sani....
Squadre di operai specializzati scendono nei campi e passano al vaglio tutti i grappoli, staccando i singoli acini che mostrano imperfezioni.







A presto con la vendemmia.....