tag foto 1 tag foto 1 tag foto 1 tag foto 1 tag foto 1 tag foto 1 tag foto 1 tag foto 1 tag foto 1 tag foto 1 tag foto 1 tag foto 1 tag foto 1 tag foto 1

I benefici del vino...Bere sì, ma bene

Il vino...il nettare degli Dei...fa bene o fa male? Quanto e quando consumarlo?

Un bicchiere di vino rosso al giorno può essere molto utile per la nostra salute.
Ma ricordate, sempre con moderazione ed equilibrio.
Un bicchiere al giorno di questo portento naturale dal sapore incantevole accompagnerà i vostri piatti e migliorerà notevolmente il vostro benessere.




Bisogna mettersi in testa che il vino è un alimento come tanti, che non fa bene e non fa male se assunto nelle giuste quantità.

Esistono ormai numerose ricerche svolte sulle proprietà del vino rosso che dimostrano e confermano che, se assunto in quantità moderate, il vino rosso ha effetti benefici sulla salute.

Un buon bicchiere di vino rosso durante i pasti è sufficiente a produrre effetti benefici sul nostro organismo, cioè 200-350 ml al giorno a seconda del sesso e del peso corporeo (ovviamente una donna di 50 kg si potrà permettere una quantità di vino giornaliera vicina a 200 ml, mentre un uomo di 80 kg potrà bere molto di più avvicinandosi ai 350 ml).

Se si eccede però nella quantità, oltre i 350 millilitri per intenderci, gli effetti negativi dell’etanolo potrebbero avere il sopravvento ed eliminare così gli effetti benefici del vino rosso.

Logicamente sono molto importanti le qualità delle uve ed i processi produttivi che influiscono in modo decisivo sulle proprietà del vino rosso che andremo a consumare.
Motivo questo per prediligere, oltre ad un moderato consumo, la scelta di un vino di qualità.

Fatta questa premessa e stando a quanto sostenuto dall’ampia letteratura scientifica a disposizione, il vino fa bene all’organismo e soprattutto alla salute del sistema cardiovascolare e cerebrovascolare.

Numerose indagini cliniche ed epidemiologiche hanno posto l’accento sull’azione protettiva del vino nei confronti del cuore e dei vasi.
I responsabili di questi benefici sono i polifenoli, in particolare il resveratrolo.
Il resveratrolo, un antiossidante contenuto nei vini prodotti con uve a bacca rossa, ha molte virtù: riattiva la circolazione, sazie e sgonfia.
Fra le oltre 400 sostanze che compongono il vino un posto d’onore merita il resveratrolo: questo polifenolo è un antiossidante, presente soprattutto nei vini rossi, e ha una struttura molecolare molto simile a quella degli ormoni estrogeni, tanto da poter essere inserito nella lista dei “fitoestrogeni”.
Il resveratrolo – secondo molti studi - ha la capacità di migliorare l’efficienza cellulare, potenziando l’attività dei mitocondri, cioè di quelle “centraline energetiche” che si trovano nelle cellule.
Alcune ricerche condotte sugli animali inoltre sembrano dimostrare che favorisca la longevità, migliori il controllo del diabete abbia un effetto protettivo su cuore e circolazione, oltre a riattivare il metabolismo.

Vediamo in breve gli altri benefici del vino rosso.

- Un alleato per perdere peso
Sapevate che il vino rosso è ottimo per aiutarci a perdere peso? Questa bevanda, infatti, possiede una proprietà molto speciale: attiva un gene che impedisce la formazione di nuove cellule grasse e, inoltre, stimola quelle già esistenti per depurarle ed eliminarle poco a poco.
Tuttavia, per vederne gli effetti sulla vostra silhouette, ricordate che non bisogna berne più di un bicchiere al giorno.
Ovviamente, i risultati saranno maggiormente visibili se abbiniamo quest’abitudine ad una dieta equilibrata e priva di grassi.
Il vino può anche ridurre la fame.
Il vino contiene anche altri elementi importanti dal punto di vista della nutrizione: gli zuccheri, per esempio, e i sali minerali (in misura di circa 2 grammi per litro) oltre a lieviti, fermenti, enzimi.
C’è poi un’altra caratteristica interessante: a piccole dosi, l’alcol può avere un’azione tranquillante e ridurre la fame nervosa.
Un bicchiere di vino aiuta anche a digerire meglio, perché il suo sapore gradevole e l’alcol stimolano la secrezione gastrica e intestinale.

- Cura le infezioni delle gengive
Se siete tra quelle persone alle quali, per esempio, sanguinano le gengive, non pensateci due volte all’ora di accompagnare i pasti con un bicchiere di vino rosso.
L’uva presenta alcuni composti che, una volta fermentati nel vino, hanno la capacità di prevenire la comparsa di streptococchi e batteri che causano le carie, oltre all’essere molto efficaci contro la gengivite e persino il mal di gola.

- Combatte la stanchezza
È curioso, non vi pare? Un nuovo studio ha dimostrato che il resveratrolo presente nell’uva combatte la debolezza in quei giorni in cui siamo più apatici o stanchi.

- Aumenta le endorfine
Quando beviamo del vino, liberiamo le endorfine nel nostro organismo, il che ci fa rilassare e godere l’attimo.
Naturalmente sempre con moderazione.

- Ripulisce la bocca
Strano ma vero.
Bere del vino rosso quando mangiamo, grazie alle sue proprietà astringenti, aiuta a percepire i sapori in maniera più intensa.
Riduce il sapore del grasso se mangiamo della carne e ci dona una sensazione davvero gratificante, perché ripulisce la nostra bocca.

- Ottimo per ridurre il colesterolo
Come ormai sapete, il vino rosso è un vero e proprio tesoro naturale ricco di polifenoli (tra i quali il salutare resveratrolo), delle sostanze chimiche ricche di antiossidanti che, ci aiutano a prenderci cura dei vasi sanguigni, poiché prevengono la formazione di coaguli e riducono il cosiddetto colesterolo “dannoso”, LDL.

- Combatte le infezioni urinarie
Grazie alle sue proprietà antiossidanti e astringenti, il vino rosso previene l’adesione dei batteri alla vescica e, inoltre, migliora il filtraggio e la depurazione di questi organi.

Naturalmente ci sono anche i contro, chi non deve bere il vino?
Non devono bere vino e alcolici:
- le persone che stanno per mettersi alla guida di un mezzo;
- tutti quelli che assumono farmaci in grado di interagire con l’alcol, per esempio antiepilettici e psicofarmaci;
- le donne in gravidanza;
- i minori di 16 anni.
Perché 16 anni?
Prima di quell’età gli enzimi in grado di assimilare l’alcool sono completamente assenti.
Tali enzimi arrivano a completa maturazione intorno ai 21 anni.


Composizione Chimica
È composto per l’86,5 % da acqua, dallo 0,6 % di zuccheri, tracce di proteine, dallo 0,3 % di ceneri e alcool al 10-12%.
I minerali presenti sono il calcio, il sodio, il fosforo, il potassio, lo zinco, il fluoro, il rame, il manganese, il ferro, il selenio ed il magnesio.
Le vitamine: vitamina A, vitamine B1, B2, B3, B4, B6, vitamine K e J, beta-carotene, luteina e zeaxantina.


Calorie del Vino Rosso
Il vino rosso, a fronte di 100 ml. di prodotto, ha una resa calorica pari ad 85 calorie.



Alla prossima...i benefici del vino bianco....