tag foto 1 tag foto 1 tag foto 1 tag foto 1 tag foto 1 tag foto 1 tag foto 1 tag foto 1 tag foto 1 tag foto 1 tag foto 1 tag foto 1 tag foto 1 tag foto 1

Oggi si riparte....la potatura a secco

Buongiorno a tutti, stamattina dopo qualche mese di riposo per la vigna, oggi si riparte, iniziamo a potare i nostri vigneti.

Affiliamo bene le cesoie elettriche e.....si parte......




Il lavoro della potatura è molto importante e impegnativo, come per tutte le piante da frutto, l'intervento di potatura si pone l'obiettivo di migliorare la produzione, sia sotto l'aspetto qualitativo che quantitativo.
Quando iniziare a potare?
La potatura può iniziare quando la vigna non ha più foglie, chiamata fase di quiescenza, cioè la vigna è al riposo, permettendo di mantenere inalterato l'equilibrio tra l'attività vegetativa e quella riproduttiva detta germogliamento, il periodo quindi sono i mesi invernali, tra gennaio e febbraio.

Esistono tre tipi di potatura:
- potatura di allevamento
- potatura a secco
- potatura verde

La potatura di allevamento si effettua i primi tre anni della vite, serve  per dare alla pianta la forma desiderata (cordone speronato, Guyot, doppio Guyot, ecc.). Solitamente se ne fa una subito dopo l’impianto e le altre quando la pianta è a riposo a fine inverno.
Dal terzo anno, quando la pianta inizia a produrre, è invece importante fare le potature di produzione indirizzate soprattutto alla fruttificazione, cioè la potatura a secco e la potatura verde.

La potatura a secco come abbiamo già detto si effettua quando la pianta è a riposo, durante questa potatura si elimineranno i tralci che hanno già fruttificato e si definiranno quelli che dovranno fruttificare l’anno successivo, lasciando poche gemme, in genere se è molto vigorosa ne lasceremo molte, se invece  è debole e ha bisogno di riacquistare tono ne lasceremo poche.

La potatura verde si fa durante il periodo vegetativo (tarda primavera) e serve per ottenere il massimo dalla pianta, sia in termini di qualità che di quantità. Questa volta ci preoccuperemo di togliere i succhioni alla base della pianta ed eseguire la sfogliatura per permettere una migliore areazione e una maggiore esposizione solare. 

Oggi siamo partiti quindi con la potatura...a secco!!!!!
Per avere maggiori informazioni su cos'è, perchè è importante e come si esegue la potatura potete leggere il post dello scorso anno sulla potatura.

Vediamo in breve gli scopi principali della potatura:
- Diminuire i tempi di fruttificazione della vite: attraverso la potatura viene accelerato il periodo entro il quale la vite inizia a fruttificare;
- Ottenere una produzione costante: la potatura consente di controllare la produzione della vite.
- Aumentare la qualità del frutto: il punto precedente garantisce una possibile riduzione della quantità di uva prodotta e quindi una maggiore qualità della stessa.
- Migliorare la nutrizione della vite: attraverso la potatura è possibile distribuire in modo più efficace gli elementi nutrizionali della pianta per le funzioni vegetative e riproduttive.
- Dare una forma alla pianta: naturalmente attraverso la potatura è possibile modellare la forma della pianta e fare in modo che essa si conservi per l'intero ciclo di vita.


Tutti a lavoro.....



Segiuteci.......